Skip to content

“Per me Lambrate è un unico, grande Coworking” – Intervista a Massimo Carraro, fondatore di Rete Cowo®

Chi frequenta gli spazi di Coworking in questa parte di città, quasi sicuramente conosce Max e il suo Cowo® di Via Ventura 3, nel complesso ex-industriale Ex-Faema, anche centro nevralgico del FuoriSalone VenturaLambrate.

Intervista a Massimo Carraro fondatore di Rete Cowo a Lambrate

Il Cowo® infatti è attivo da parecchi anni, e ha visto moltissimi professionisti avvicendarsi – chi per un paio d’ore, chi per anni – su quelle scrivanie.

E anche uscendo da Lambrate e da Milano, non si può dire che il lavoro di Massimo Carraro nel Coworking non sia stato generativo: la Rete Cowo® da lui fondata conta ad oggi oltre 100 spazi di Coworking in tutto il territorio italiano.

Ci è sembrato interessante sentire il suo punto di vista sul FuoriSalone e in generale sul quartiere di Lambrate (che Max ha scelto anche per viverci con la famiglia).

LambrateProjects – Max, Lambrate è il quartiere dove tu hai aperto, nel 2008, il primo Coworking italiano; inoltre è anche il tuo quartiere di residenza.

Com’è cambiato in questi anni con il FuoriSalone VenturaLambrate? Potresti farci qualche esempio concreto?

Massimo Carraro – Il quartiere di Lambrate è sicuramente cambiato, ha avuto un’evoluzione interessante. 

Il nostro ufficio di via Ventura 3 è attivo dall’ottobre 2002 con l’agenzia di comunicazione e marketing Monkey Business, e dal 2008 con il primo spazio di Coworking di Rete Cowo®.Rete Cowo a Lambrate in via Ventura 3 - Spazio Coworking dal 2008

Sono contento di poter affermare che – in questi 15 anni – ci è letteralmente cambiato il mondo intorno, in meglio naturalmente.

Occorre dire che fin da subito – grazie all’impostazione particolarmente ben riuscita della riconversione curata dagli arch. Pichler e Mutti – gli ambienti di Via Ventura si presentavano particolarmente interessanti.

A questa prima impressione ha fatto seguito una conferma più concreta della validità della visione: in seguito abbiamo infatti accolto in quartiere con piacere numerose gallerie d’arte, studi di design e realtà creative a vario livello.

Un po’ come in un Coworking – a mio parere – un quartiere è la gente che lo abita e lo frequenta, e credo sia per questo che Lambrate oggi è un buon posto per vivere e lavorare: per la gente che ci bazzica.

Tornando all’evoluzione della zona VenturaLambrate, di certo l’accelerazione più evidente all’ecosistema di quartiere l’ha data il FuoriSalone, che ha portato in questa zona di Milano un grande flusso di talento internazionale, accompagnato dalla conseguente attenzione mediatica.

In questo va sottolineato, a mio parere, il bel lavoro di curation fatto da Organisation in Design che – fin dalla prima edizione – ha gestito spazi e partecipanti secondo un criterio di qualità, selezionando uno ad uno i progetti per l’esposizione nelle nostre vie, per l’appuntamento della Design Week.VenturaLambrate, quartiere sede del FuoriSalone e di Rete Cowo

Citerei poi il mercato organizzato da Made in Lambrate in partnership con le altre associazioni di quartiere (alimentare e non), le iniziative con i food truck in via Ventura 14, il frequentatissimo East Market e – last but not least – la mostra Real Bodies, che ha dimostrato che il nostro quartiere è in grado di ricevere grandi quantità di visitatori in strutture adeguate, anche per lungo tempo (la mostra si è infatti appena chiusa, dopo un periodo di apertura di mesi, e ben 280.000 presenze in totale). 

Da non dimenticare, in questa breve carrellata, lo stimolo positivo del Comune di Milano che ci ha esortato a sperimentare un “numero zero” di una nuova Design Week, da svolgere in autunno.

Anche noi, come Rete Cowo® e spazio Coworking Milano Lambrate, abbiamo partecipato all’iniziativa tenutasi nell’ottobre 2016: sono fiducioso che anche questo seme – come tutte le buone cose che sono state lanciate da Lambrate in questi anni – potrà trovare terreno fertile tra i soggetti attivi in quartiere.

LambrateProjects – Fuorisalone e Coworking: quanto quella settimana influisce sul Coworking e quanto il Coworking riesce a dare a Lambrate in quella settimana? 

Il Coworking è un grande fan del FuoriSalone!Coworking Barcamp 2010 in partnership con Lago

Fin dalla prima edizione – nel 2010 – Rete Cowo® ha cercato un ruolo attivo e propositivo nell’ambito del Fuorisalone: mi ricordo come se fosse ieri il “Free Coworking” che aprimmo in partnership con un protagonista importante, l’azienda di design Lago!

Proprio in quei giorni, iniziammo la fortunata serie dei CowoCamp, i BarCamp dedicati al Coworking organizzati da Rete Cowo®, con una nonconferenza intitolata “Di cosa parliamo quando parliamo di Coworking?

Con il 2011 abbiamo iniziato a fornire Free Coworking e free WiFi a tutti i visitatori del FuoriSalone VenturaLambrate,Coworking a Lambrate durante il FuoriSalone VenturaLambrate offrendo il servizio nello spirito di apertura collaborativa che caratterizza secondo noi il Coworking: il tutto gestito dal nostro spazio di via Ventura 3, che si trova esattamente nel cuore pulsante dell’evento (la segreteria organizzativa e il centro informazioni sono al civico 5, all’interno del nostro stesso condominio).

Ma l’influenza del FuoriSalone sul Coworking non si ferma a questi giorni: è ormai da anni, infatti, che il nostro spazio riceve una certa attenzione speciale, proprio in virtù del fatto che si trova all’interno di uno dei più interessanti “quartieri del FuoriSalone”, e molti ce lo dicono proprio.

Per concludere, penso che tra Coworking e FuoriSalone non possa che esserci uno scambio aperto e reciproco: in fondo entrambi vivono di connessioni, relazioni positive, gestione condivisa e collaborativa di spazi…

Infine, lasciatemelo dire: per noi è sempre unDurante la Design Week a VenturaLambrate anche il Coworking Cowo offre servizi WiFi e shared desks piacere vivere “da dentro” un FuoriSalone così bello come quello di VenturaLambrate!

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *